Tipologia Struttura: Centri di accoglienza
Provincia: Padova

Ente: Croce Rossa Italiana Progetto "Donne al Centro"

Tipologia:

centro di accoglienza

Responsabile/Referente: Alessandra Scalabrini

Comune: Padova
Indirizzo: secretato
Telefono: 3938897292
Fax:
E-Mail: donnealcentro@cripadova.it

ULS: Ulss 15-16-17 azienda ospedaliera di Padova

Servizi Offerti:

Accoglienza in emergenza massimo 48/72 ore (a titolo gratuito fino ad esaurimento finanziamento bando pp.oo G.U. n. 91-03/08/11) Casa di II accoglienza per donne vittime di violenza domestica e loro figli minori

Utenza Accolta: maggiorenni e minori
Sesso: Femmina

Modalità di attivazione/accesso: Ulss 15-16-17, azienda Ospedaliera Padova Servizi sociali dei Comuni in collaborazione con la rete
Capacità di accoglienza/residenziale: 8 adulte 4 minori
Tempo massimo di permanenza: Progetto individuale (massimo 6/8 mesi)

Personale retribuito: 1 responsabile di Progetto
Personale volontario: 2 psicologi del servizio emergenza psicologica, 6 volontarie operatrici SeP
Specialisti esterni: Ulss 15-16-17, Azienda Ospedaliera di Padova, Forze dell'Ordine, Associazione Migrantes, medici specialisti ambulatorio medico e odontoiatrico del Comitato C.R.I. di Padova

Oneri finanziari a carico dell'assistito: se vi è accesso spontaneo, quota giornaliera integrativa €25.00 per adulta €10.00 per minore fino a 10 anni, € 15.00 minore 10/18 anni
Oneri finanziari a carico di ente pubblico (quale): Comune inviante quota giornaliera integrativa €25.00, €10.00 per minori fino a 10 anni, €15.00 per minori da 10 a 18 anni (quote fisse fino ad esaurimento contributi a disposizione)
Oneri finanziari a carico di privato (se Ente, quale):

Note:

Il progetto S.O.S è sovvenzionato fino a dicembre 2013 da un finanziamento ottenuto con la partecipazione al bando del Ministero dell'Interno, Dipartimento Pari opportunità, "per l'attuazione di interventi finalizzati a rafforzare le azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza" (accettato nel giugno 2012) G.U. n. 91 del 03/08/11. Possiamo inoltre godere di finanziamenti provenienti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e di donazioni da privati. Siamo inseriti nella mappatura del 1522